BANDO CONTRIBUTO TARI 2020

3 Dicembre 2020
Tipo articolo: 

Bando agevolazione per il sostegno dei soggetti che si trovano in situazioni di vulnerabilità, disagio sociale ed economico riferiti al pagamento della TARI - SCADENZA  22 DICEMBRE 2020


Richiamato l’art. 1, comma 639, della Legge N. 147 del 27 dicembre 2013, che ha istituito l'imposta unica comunale (IUC), che si compone dell'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore.
Visto il regolamento comunale che contempla la disciplina del tributo comunale sui rifiuti, destinato a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, vigente.
Ritenuto opportuno mantenere attive forme di intervento a favore di residenti che presentano i necessari requisiti e versano in difficoltà economiche, al fine di rendere sostenibile il pagamento della TARI.
Considerato che, per quanto sopra, è opportuno redigere un nuovo regolamento che tenga conto del nuovo tributo comunale, alla luce anche della precedente esperienza come segue;
Art. 1 Individuazione dei beneficiari e criteri di erogazione
L'Amministrazione Comunale, a sostegno dei soggetti che si trovano in condizioni di disagio sociale ed economico, interviene economicamente a loro favore con rimborsi totali o parziali della tariffa. Il contributo verrà determinato sulla base del certificato ISEE allegato alla richiesta degli interessati obbligatoriamente.
La possibilità di intervento è subordinata al possesso di fasce di reddito che vanno dall’ISEE “€ 0” e sino ad un massimo di € 8.200 per le quali è previsto l’intervento del Comune da un massimo del 100% della tariffa determinata ad un minimo del 10% come da prospetto allegato.
FASCIA ISEE DI APPARTENENZA CONTRIBUTO PREVISTO
 0 – 2.500 100%
 2.501 – 3.500 70%
 3.501 – 4.500 50%
 4.501 – 6.000 40%
 6.001 – 7.000 20%
 7.001 – 8.200 10%
Art. 2 Modalità per l’accesso alle agevolazioni
1. Il rimborso è concesso a condizione che l’Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE), riferita al nucleo familiare e risultante dall’attestazione prodotta dal Cittadino a questo Comune e rilasciata dall’INPS o da altri enti convenzionati, non sia superiore ad un importo che viene fissato in
Euro 8.200,00 (ottomiladuecento). Detto limite potrà essere annualmente variato dalla Giunta Comunale in occasione dell’approvazione annuale del bando.
2. Per ottenere l’agevolazione dovrà essere presentata una istanza al Comune – Ufficio Servizi Sociali - corredata dall’attestazione ISEE, calcolata sulla base di quanto previsto dalla normativa vigente. L’Ufficio Servizi Sociali provvede alla valutazione delle istanze presentate e ritenute idonee e, in collaborazione con il Settore Economico finanziario, provvedere a quantificare l’entità del rimborso dovuti il richiedente.
3. Il Bando per la presentazione delle domande si aprirà nel periodo 02/12/2020 al 22/12/2020; non sono prese in considerazione le istanze presentate al di fuori dei termini stabiliti dal bando.
4. Non si fa luogo ad erogazione del contributo in presenza di superficie abitativa inferiore a mq. 30.
5. La domanda di agevolazione deve essere presentata all’Ufficio protocollo durante ogni apertura del relativo bando.
6. Il Comune può, in qualsiasi tempo, eseguire gli opportuni accertamenti al fine di verificare l’effettiva sussistenza delle condizioni dichiarate. Qualora si accertano situazioni dichiarate non veritiere, il Comune sarà obbligato ad agire per il recupero delle somme erogate e non dovute con ogni modalità consentita. Le false dichiarazioni saranno denunciate alla Autorità Giudiziaria
Art. 3 Esclusione dal beneficio
Sono esclusi dal beneficio previsto dal presente regolamento:
a) coloro ai quali è stato formalmente contestata la violazione delle modalità di raccolta e di conferimento dei rifiuti, previste dalle norme vigenti;
b) coloro che risultano non aver pagato, in tutto o in parte, la tassa sui rifiuti nelle precedenti annualità;
c) coloro che risultano non aver pagato, in tutto o in parte, le tariffe per i servizi comunali a domanda individuale fruiti nel corso dell'anno di presentazione della domanda e/o nelle annualità pregresse.
Art. 5 Norme finali
Il presente bando ed ogni eventuale modifica verranno sottoposti all’approvazione della Giunta Comunale.

Area tematica: