TARI

Cos’è la TARI?

Nata grazie alla Legge di Stabilità 2014 ed entrata in vigore ufficialmente nel 1 gennaio dello stesso anno, la TARI rappresenta la tassa sui rifiuti

 

A chi è rivolta e come si calcola la TARI?

Secondo il regolamento ufficiale, dal 2014 la TARI è un tributo comunale rivolto a chiunque possieda, occupi o detenga aree locali o scoperte a qualsiasi titolo e sia in grado di produrre rifiuti urbani e assimilati speciali. Tali persone possono essere legate da vincolo familiare o professionale.

Ad avere obbligo di pagamento TARI sono infatti coloro che occupano o risiedono in:

  • Locali, immobili con struttura chiusa su almeno 3 lati nei quali si producano rifiuti
  • Aree scoperte, zone prive di immobili adibite a uso che implichi produzione di rifiuti

Anche la TARI 2020, come negli anni precedenti, si calcola su base fissa e variabile:

  • Fissa, determinata da costi e modalità del servizio, dimensioni dell’immobile in questione (in mq), costi d’investimento, esercizio e smaltimento
  • Variabile, determinata dalla quantità di rifiuti prodotti in base al numero di persone nel nucleo familiare

In merito alla connotazione dell’immobile, la tassa è rivolta sia a utenza domestica che non-domestica